Palio Del Mediterraneo

L’ASD “Il Palio di Taranto” promuove nel 2013 l’iniziativa de “Il Palio del Mediterraneo e la Festa del Mare”, attraverso cui Taranto si ripropone sugli scenari regionali e nazionali. Si tratta di due eventi concomitanti dalla durata complessiva di tre giorni, durante i quali si può vivere il mare e rinnovare le grandi potenzialità culturali, produttive, storiche, sportive ed economiche della città.  

Il “Palio del Mediterraneo”, evento perla della voga tarantina, si svolge su lancioni a 10 remi con 10 vogatori ed un timoniere con voga all’inglese ed è  rivolto alle città a specchio nel Mediterraneo. Ambientato nella fascia di rispetto del campo di regata del Mar Grande nel Canale Navigabile, dallo spettacolare Castello Aragonese lungo il lungomare della Città Antica, si articola in due manche, una al mattino e l’altra il pomeriggio, e può partecipare una sola rappresentativa maschile e femminile.

La “Festa del Mare” è caratterizzata da imbarcazioni di pesca turismo lungo Discesa Vasto, stand espositivi in cui sono previsti show-cooking e serate di degustazione in cui la regina delle preparazioni gastronomiche curate dai migliori chef del territorio, saranno proprio i prodotti del mare di Taranto, e in particolare la cozza tarantina. La cozza nera tarantina è infatti ritenuta il prodotto simbolo della città, un’eccellenza e una tipicità su cui da sempre ci si impegna a valutare azioni di promozione e valorizzazione. Gli ospiti hanno così l’ opportunità di conoscere Taranto da un altro punto di vista: quello dei pescatori e dei nostri “cozzaruli” prima di tutto. Sono loro a raccontare la città e il senso di riscatto che li pervade. 

A bordo dei motopescherecci i giornalisti possono conoscere il ciclo di produzione delle cozze tarantine, avere informazioni sul nuovo corso di una tradizione produttiva recuperata come quella dell’ostricoltura, fare tappa, grazie alla disponibilità della Marina Militare Italiana, all’isola di San Paolo e all’antico fortino napoleonico e insieme degustare vini delle cantine tarantine e pietanze tipiche preparate a bordo da chef del territorio e servite dai giovani della città vecchia. E’ anche previsto uno spazio per i più piccoli dove tramandare informazioni del nostro patrimonio comune, con l’intento di far leva proprio sui bambini per offrire a Taranto un nuovo futuro.